Il mercato dei malati

Claudio Palma - 12/10/2017 15:28 - Inchieste
Purtroppo occorre chiamarlo proprio così, il mercato dei malati, il mercato della salute, un business che frutta molto denaro. E' spiegato molto bene in un libro che vi invito a leggere, La fabbrica dei malati di Marcello Pamio, dove svela in che modo l'industria dei farmaci crea milioni e milioni di malati, anche se molti di questi in realtà non lo sono affatto.

E' triste realtà il fatto che "la commercializzazione della malattia", come indica la copertina posteriore di questo libro , "è l'arte raffinata di vendere malanni, spacciare farmaci ed esami che portano enormi profitti".
Come in un tragico film, i registi e produttori sono le multinazionali farmaceutiche, i medici sono gli attori protagonisti che prescrivono ricette, i ricercatori sono attori non protagonisti che inventano nuovi disturbi, i poveri pazienti sono spettatori inconscienti che richiedono farmaci convinti di essere malati.

Credimi, leggendo questo libro scoprirai non solo la verità sul colesterolo, sul diabete, sulla reale affidabilità di esami come screening di cancro o tumore a mammella o prostata o polmone, ma ti sarà svelata la strategia che le industrie dei farmaci usano per creare malati partendo da persone sane, oppure il fatto che il malato di oggi non è più una persona umana ma un consumatore, o anche il fatto che gli screening servono per aumentare le diagnosi ma non per ridurre la mortalità, o anche la commercializzazione della malattia è l'arte raffinata per vendere malanni o farmaci pericolosi come i vaccini.

La fabbrica dei malati di Marcello Pamio


Vuoi sapere qual'è il fatturato annuale delle aziende del farmaco? Su questo libro c'è una tabella molto interessante, dove potrai scoprire sia l'enorme quantità di denaro che va nelle tasche di aziende come Pfizer o Novartis o Mercks o Sanofi o Roche... e come queste aziende spendano molto denaro per marketing e pubblicità e pochissimo per la ricerca.

La strategia operata dalla cosidetta Big Pharma si può riassumere nei seguenti punti:
1) manipolazione delle informazioni, tramite tv media internet quotidiani;
2) abbassamento dei valori di normalità (ad esempio nel 1950 il valore del colesterolo totale era 300, ma nel corso negli anni è stato portato prima a 280 poi a 240 ed oggi è a 200 e si prospetta di portarlo a 190, tutto questo allo scopo di creare nuovi malati);
3) anticipazione della disgnosi attraverso gli screening;
4) creazione di vere e proprie malattie.

Hai bisogno di un altro esempio? Ok, eccolo.
Prima del 2000 il valore normale della glicemia (a digiuno) era 140. Dopo il 2000, da un giorno all'altro, il valore è sceso a 126, e in quel giorno milioni di persone sane in giro per il mondo si sono ritrovate malate.
Ti chiederai: chi decide questi valori? Stai forse pensando che ci sia lo zampino delle aziende multinazionali del farmaco? Forse hai quasi indovinato, leggi il libro e lo scoprirai.

I vaccini? Sì, si parla anche di questo, cosa contengono e cosa capita ai medici che vogliono informare la gente su cosa contengono i vaccini e sugli effetti chiamati "secondari" ma che invece sono quasi "primari".
Potrei andare avanti per pagine e pagine, ma ti consiglio di leggerti questo importantissimo libro La fabbrica dei malati di Marcello Pamio, che si basa su ricerche non solo dell'autore ma anche di specialisti e professori di vari rami, ed anche e soprattutto di articoli riportati su vari3e riviste medico-scientifiche come la National Center for Biotechnology Information o come il New England Journal of Medicine o come il Live Science ed altri.

Buona lettura!

p.s.: un video-corso che ti potrebbe interessare: La verità sul Diabete: Prevenire, Curare, Guarire


Claudio Palma - 12/10/2017 15:28 - malati, malattia, denaro, soldi, farmaci

https://www.storiepoesie.it/inchieste/il-mercato-dei-malati/1059

...sto caricando i commenti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Dati obbligatori: (*)

◆ Ultimi posts

◆ Argomenti

◆ Tag

◆ Posts più visti

◆ Su Facebook

StoriePoesie.it su Facebook

◆ Statistiche

Visite per questa pagina: 21
Totale visitatori: 470115
Visitatori ora: 1
di cui connessi: 0