Un bambino mai cresciuto

Claudio Palma - 05/09/2018 16:30 - Newage
Un bambino mai cresciutoAvevo letto una poesia così intitolata e scritta in un italiano sconnesso, anche se formalmente corretto, da una sedicente poetessa.
Chissà perché ho avuto la strana e buffa sensazione che stesse parlando di me.
Un bambino mai cresciuto. Magari!

E' appunto quello che sto cercando di fare in questi ultimi anni, rimanere un bambino, un bambino mai cresciuto.
Solo un bambino riesce a vedere il mondo così come è veramente. Perchè un bimbo è pulito, dentro e fuori.
Un bambino non ha le ragliatele davanti agli occhi, come invece le hanno gli adulti, ragnatele che gli fanno vedere un mondo distorto, pieno di male e di gente cattiva.
Gli adulti hanno molto marciume dentro di loro, e questa robaccia la proiettano fuori.
Per cui giudicano gli altri tacciandoli di egoismo e di cattiveria quando ma in realtà queste cose stanno dentro di loro e le proiettano fuori negli altri.
Un bambino ha il cuore e la mente limpidi come acqua di sorgente. Ecco perché ama tutti, e per lui tutto ciò che sta intorno a lui è bene. Anche le cose che apparentemente agli adulti sembrano male, per un bambino hanno un senso, per un bimbo sono tutte cose che debbono accadere e occorre accettarle.
Per un bambino il mondo dentro di lui ed il mondo fuori di lui è bello ed è tutto bene, semplicemente perché tutti siamo uno ed ognuno è tutti.

Ecco perché sto cercando di rimanere bambino.
Ecco perché sto cercando di rendere limpida la mia anima.

Gli adulti hanno una falsa personalità, fatta di apparenti virtù che in realtà sono tutti egoismi.
Una personalità che, come una lente sporca e sudicia, fa vedere una falsa realtà.
Se un adulto decidesse di pulirsi dentro questa falsa personalità si disgregherebbe, lasciando affiorare la vera personalità, quella fatta dagli attributi e qualità dell'anima e del cuore.
"Sìì deciso, sii sicuro di te, mostra agli altri che hai gli attributi": balle! Questa è una maschera che gli adulti mettono per nascondere con vergogna le insicurezze e gli egoismi che si hanno dentro.
La persona veramente decisa e sicura di sé è quella che è ritornata un bambino, è quella che è riuscita a pulire dentro di sé tutte le immondizie che impediscono alla coscienza ed all'anima di esprimersi, di mostrare la vera nostra personalità fatta dalle virtù dell'anima, che gli adulti hanno paura di mostrare.
Se uno riuscisse a ritornare bambino potrebbe sperimentare la bellezza di mostrare amore per tutti e per tutto. Potrebbe vedere con gli occhi interni cose che un adulto non riesce a vedere, perché gli egoismi che ha dentro lo rende cieco.
Ecco perché un adulto sporco dentro con una bella maschera fuori, guarda ma non vede, neanche le cose visibili.
Un bambino invece guarda e vede tutto così com'è, anche le cose non visibili.
Un bambino vede il mondo come realmente è: pluridimensionale.
Un adulto pieno di marciume dentro di sé e con all'esterno una bella maschera, vede solo il mondo tridimensionale, il mondo pesantemente materiale, il mondo illusorio. E pensa che la vita sia tutta lì.
Ed ecco perché sto cercando di rimanere un bambino mai cresciuto.
E quando inizi a ritornare bambino, cominci a capire molte cose, cose meravigliose, inizi a vedere il mondo come è veramente.
Occorre avere una chiave. Una chiave per accedere al mondo reale.
E questa chiave è dentro di noi, sepolta da tutte le immondizie e gli egoismi che ci sono dentro di noi.
Bisogna pulire, pulire ed ancora pulire dentro di noi.
In pratica, tornare ad essere bambini.
Solo così possiamo accedere alla chiave, la chiave che apre tutte le porte del mondo.

© Copyright 2018 Claudio Palma - tutti i diritti riservati
Claudio Palma - 05/09/2018 16:30 - egoismo, coscienza, anima, ego, cuore, bimbi, bambini

https://www.storiepoesie.it/newage/un-bambino-mai-cresciuto/1069

...sto caricando i commenti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Dati obbligatori: (*)

◆ Ultimi posts

◆ Argomenti

◆ Tag

amare amici amicizia amico amore amore cieco amore universale anima bimbi buon natale chitarra cielo come suonare coscienza cuore denaro dimensioni Dio disegni disegno dolce dolore donna donne ego egoismo emarginazione emozioni errore facebook falsità farmaci fb felicità frutta fumo illusione internet iphone luce madre mare matita meditazione Mobbing morire morte musica nascere natale notte odio passione pazzo poesia primavera realtà salute sempre sesso socializzare sogni soldi sole solitudine telefonino uno veganismo vegano vegetali vegetariano verdure versi vita

◆ Posts più visti

◆ Su Facebook

StoriePoesie.it su Facebook

◆ Statistiche

Visite per questa pagina: 16
Totale visitatori: 527931
Visitatori ora: 1
di cui connessi: 0

Mappa del sito

Le foto e le parole di Claudio Rodolfo Palma