Via dalla città

Claudio Palma - 28/06/2016 10:16 - Poesie, Newage
Via dalla cittàE' venuto il momento di scappare Via dalla città, e non si tratta solo dei soliti inquinamenti, smog o acustici o elettromagnetici o altri, ma si tratta anche e soprattutto di riappropriarci dei cibi salutari, del sole, dell'aria, della vita sana a cui tutti hanno diritto. Non c'è solo il diritto al lavoro ma anche il diritto alla Natura.
(nella foto: Di Massimo Telò - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39522480)

Colline boscose
prati verdi e rose
fiorellini di ogni colore
sulle siepi le more
un ruscelletto limpido a due passi da noi
ma di più cosa vuoi?

La nostra casa in legno
costruita con pazienza e ingegno
con le travi in massello
appese al muro la zappa e il rastrello

Lavorare la terra tutto il giorno
e alla sera il pane caldo del forno
e riposare nel letto profumato di rosa
avvolto nelle braccia della tua sposa

E' ora di guardare la realtà
e di andare via dalla città
e di rimetterci a coltivare
i cibi che vorremmo mangiare
i nostri orti sotto il sole
frutta verdura per noi e la nostra prole
i ricchi cereali pieni di energia
e tutto quanto curato con maestria
lontani dai veleni della metropoli
immuni dalla prigionia degli abitacoli
puliti dentro e fuori con aria acqua e sole
rinascerà una nuova Era, se Iddio vuole.

© Copyright 2016 Claudio Palma – tutti i diritti riservati

https://www.storiepoesie.it/poesie/via-dalla-citta/1015

...sto caricando i commenti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Dati obbligatori: (*)

◆ Ultimi posts

◆ Argomenti

◆ Tag

◆ Posts più visti

◆ Su Facebook

StoriePoesie.it su Facebook

◆ Statistiche

Visite per questa pagina: 386
Totale visitatori: 525282
Visitatori ora: 2
di cui connessi: 0

Mappa del sito