La poesia

Claudio Palma - 07/02/2014 22:41 - Poesie
pennaCos'è la poesia?
Alcuni pensano che siano semplicemente versi messi in rima
Altri chiamano poesia lo scrivere di getto tutto ciò che viene in mente
in un particolare momento di pseudo-ispirazione, quando talvolta le frasi escono copiose dalla bocca, tipo fiume in piena, tipo vomito, per poi dividere così... a caso le frasi in versi. Come faceva una mia amica di Pinerolo. Che ora è diventata poetessa.
Che strana la vita.

Tutto qui? E' questa poesia?

La poesia è, per prima cosa, trasmettere un messaggio. E su questo non ci piove. Un messaggio trasmesso col reale significato delle parole ma anche con significati tra le righe, col suono, col ritmo, con l'intonazione, con le pause, con la mimica gestuale e facciale. La poesia è musica. La poesia è uno stato d'animo. Ed ecco perché la poesia se ne frega delle regole grammaticali o di sintassi o di punteggiatura, semplicemente perché di tutto questo non ce n'è bisogno. Sono le stesse parole, le stesse frasi a suggerire al lettore, se costui ha un cuore ed un anima sensibili, come leggere quella poesia, quale stato d'animo avere mentre la si legge, quali pause, quale intonazione, i ritmi e la musica che si susseguono verso dopo verso.

Una poesia non si può tradurre da una lingua ad un'altra. Le caratteristiche dette fanno di una poesia una perla di arte intraducibile, leggibile solo e sempre nella lingua originale. Provate a leggere Paris la nuit in lingua originale e poi Parigi di notte in italiano, non c'è confronto! La musicalità, il suono, il significato originali di questa poesia di Jacques Prevert si possono cogliere solo leggendo interpretando declamando recitando i versi in francese. In italiano, al massimo, potremmo leggerne la traduzione, ammesso che non sappiamo per nulla il francese, solo per avere un'idea generale del significato delle parole.

Conosco persone che si credono poeti o poetesse. E forse anche io mi illudo di poeteggiare, scrivendo qualcosina di tanto in tanto.

Ma in realtà il poeta non sa di essere tale. Forse neanche i lettori se ne rendono conto subito e in modo sicuro che quel tale "scrive bene" e che quei versi "sono davvero poesia che entra nell'anima".

In genere tutto ciò avviene dopo la morte di quel tale. Solo allora, pian piano, leggendo e rileggendo i suoi versi, ci si accorge che era un vero poeta.

 © Copyright 2014 Claudio Palma - tutti i diritti riservati

https://www.storiepoesie.it/poesie/la-poesia/711

...sto caricando i commenti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Dati obbligatori: (*)

◆ Ultimi posts

◆ Argomenti

◆ Tag

acqua alcol amare amica amici amicizia amico amore amore cieco amore universale anima bacio bimbi buon natale cane chitarra cielo come suonare coscienza cuore dal vero denaro dimensioni Dio disegno dolce dolore donna donne ego egoismo emarginazione emozioni errore facebook falsità farmaci fb felicità frutta fumo illusione internet iphone legno luce luce madre malattia mamma mano mare matita meditazione Mobbing morire morte musica nascere natale notte occhi odio passione pazzo poesia primavera realtà ricordi salute sdoppiamento astrale sempre sesso socializzare sogni sogno soldi sole solitudine stazione telefonino uno veganismo vegano vegetali vegetariano verdure versi vita

◆ Posts più visti

◆ Su Facebook

StoriePoesie.it su Facebook

◆ Statistiche

Visite per questa pagina: 269
Totale visitatori: 531127
Visitatori ora: 1
di cui connessi: 0

Mappa del sito

Le foto e le parole di Claudio Rodolfo Palma