Carne in scatola? Neanche al mio cane

Claudio Palma - 09/02/2017 16:56 - Inchieste
Carne in scatola? Neanche al mio caneCarne in scatola? Carne in gelatina? Neanche al mio cane!
In questo articolo vorrei prendere in esame gli ingredienti della carne in scatola, carne in gelatina che dir si voglia.
Perché? Il fatto è che a me piace cucinare, da sempre, ed anche se ora mangio vegano, continuo ad interessarmi a coloro che mangiano ancora di tutto. Comprese le scatolette di carne in scatola, che non sono riuscito a dare neanche al mio cane.

Chiariamo. E' un bel po' che io, per fortuna, sono diventato vegano, con notevole preferenza per il crudismo. Vorrei però specificare che, pur comprendendo i motivi animalisti, preferisco essere considerato salutista, poiché è il motivo principale per cui sono diventato vegano. Tuttavia ho in mente un altro articolo dove analizzerò, dal mio punto di vista, il mio modo di essere vegano salutista dal classico vegano animalista.
Per cui non sono razzista, anzi. Direi fin troppo democratico e aperto ad ogni tipo di dieta.
Appunto per questo, mi sta a cuore la salute di chi, nonostante le schiaccianti prove di insalubrità, continua a mangiare roba animale.

Ok. Iniziamo. Qui ho due barattolini di due marche diverse. Volevo darli al mio cane, ma ci ho ripensato.
Inizio dal primo barattolino di carne in scatola.
Leggiamo gli ingredienti.
- Brodo (acqua, miele, piante aromatiche, aromi naturali, spezie).
Bene, sin qui nulla da dire, tranne che: non è brodo! Ma è una normale "tisana", fatta con acqua, miele (che fa bene alla gola), piante aromatiche (profumano l'alito), aromi naturali e spezie (giovano alle vie respiratorie).
- Carni bovine cotte 38% equivalente a 106 gr di carne cruda magra.
Essendo carne in scatola, è normale aspettarsi di trovare carne negli ingredienti, anche se solo per un misero 38%, per fortuna cotta (così è dichiarato nell'etichetta), la quale carne prima di essere cotta era cruda (anche questo è dichiarato nell'etichetta): caspita che precisione descrittiva!
Purtroppo non è dichiarato da quale pezzo del bovino è stata tratta questa carne (per cui carne dubbia), ne' come è stata cotta (spero all'interno della tisana già menzionata), ma a giudicare dal prezzo potrei anche pensare che è una bistecca di fracosta o un girello di vitello o fettine o polpa magra di vitellone, visto che questa carne in scatola costa dalle 13 alle 15 Euro il kg, rapportato ad una confezione di 3 scatole da 90 gr ciascuna, vengono una media di Euro 3,78, tenendo presente però che di carne cotta ce n'è un 38% il resto è gelatina, anzi tisana trasformata in gelatina.
Considerando che, comunque, è e rimane carne in scatola, scarto decisamente la possibilità che sia una parte pregiata bovina, e quindi 13-16 Euro per un kg di tisana gelatinosa e carne bovina di non so quali parti dell'animale, mi sembrano davvero soldi buttati. Spero solamente che non sia la coda del suddetto bovino ma una parte più decente.
- Sale. Beh, sì, ovvio. Speriamo che non ce ne sia troppo.
- Marsala. Ecco questo mi stupisce positivamente. Pensa te: Marsala! Un normale chef per cuocere la carne avrebbe buttato giù in pentola un vinello qualunque. E invece toh: Marsala!
Ma... forse no, non è per cuocere la carne ma solo per dare un sapore, visto che negli ingredienti risulta che la carne viene inserita già cotta. Allora non si capisce in quale momento abbiamo messo il Marsala, che comunque non guasta.
- Gelificante agar-agar. Ecco come hanno fatto a trasformare la tisana (cioè il falso brodo) in gelatina: hanno usato l'agar-agar (che è un gelificante vegetale ottenuto da una alga).
- Addensante farina di semi di carrube. E quindi non è bastato l'agar-agar per dare un aspetto gelatinoso al tutto, c'è voluta anche la farina di carrube! Va beh, comunque la carrube è ottima, ricca di fibre, ma comunque non capisco cosa c'entra una farina "tosta" come la carrube con la carne in scatola in gelatina, anzi in tisana gelatinosa.
- Esaltatore di sapidità: glutammato monosodico. E qui casca il cosidetto asino. Posso chiudere un'occhio per la tisana, per la carne di non so quale parte dell'animale pagata come oro, per i trucchetti per formare la gelatina usando (meno male) cose naturali tipo agar-agar e carrube.
Ma perché mettere un atroce ingrediente come il glutammato? Aldilà delle puerili rassicurazioni fatte da tv e media, questo "supersale" è un eccitotossina in grado di favorire malattie neurodegenerative (non l'ho sognato stanotte, mi sono informato girando sul Web, informati anche tu). Ovviamente da non confondere con l'acido glutammico che è invece importante nel nostro sistema nervoso, ma qui si parla di glutammato monosodico.
- Conservante: sodio nitrito. Ed a questo punto diciamola tutta: questo è un sale dell'acido nitroso, una robina bianca solubile in acqua, "tossico e pericoloso per l'ambiente" (sto citando da Wikipedia). Non sto qui a dirti come si prepara, ma fa schifo e purtroppo lo mettono dappertutto, nei prosciutti, nella pancetta, dentro insaccati vari e, come vedi, anche nella carne in scatola.
E' tossico per animali e uomo e "può provocare la morte se ingerito ad alte dosi" (cito ancora da Wikipedia): tu mangeresti una sostanza sapendo che potrebbe provocare la morte se ingerita ad alte dosi? Io no, neanche sotto tortura!
In pratica è tossico né più né meno come le sigarette: provoca una malattia che avanza lentamente, senza che tu te ne renda conto.

Lungi da me provocare allarmismi, non ce n'è bisogno: chi vuole può informarsi da sé nelle fonti giuste, sincere e con prove reali, evitando cosi di ascoltare tv e media e "organismi ufficiali" che dicono solamente balle senza una reale prova, vuoi per disinformazione vuoi per convenienza.

Vabbè. Ecco allora il secondo barattolino di carne in gelatina.
- Carne bovina cotta 50% equivalente a 140 gr di carne bovina cruda magra. Ma dai! Addirittura il 50%! Ma caspita, volete rovinarvi? Aspè, ma il costo al kg? Ah beh, dai 10 agli 11 Euro... pochino eh, chissà che parti del bovino avete messo...
- Brodo di carne. Di carne! Hai capito? C'è scritto proprio "brodo di carne"! Sta a vedere che abbiam beccato una marca di carne in gelatina "accettabile". Vediamo gli altri ingredienti.
- Fruttosio. Stop! Ma cosa c'entra il fruttosio? Non era meglio miele?
- Sale. Ok, vabbè, poi?
- Aromi. E basta? Neanche "naturali"?
- Miele. Appunto! Vedi sopra "fruttosio".
- Gelificante agar-agar. Stesso discorso per l'agar-agar della marca precedente.
- Addensante: gomma di guar. Un altro addensante di origine vegetale.
- Estratti di noci cola. Bah, non mi pronuncio... contiene caffeina, e la caffeina dà molti problemi...
- Estratti di guaranà, ginseng. Contenuti in quantità talmente microscopiche che è come se non ci fossero. E comunque stiamo parlando di carne in scatola non di un aperitivo o di un integratore.
- Conservante: sodio nitrito. Non voglio ripetermi, leggi sopra lo stesso ingrediente della marca precedente.

Carne in scatola? Neanche al mio cane
Ed ora due chiacchiere tra di noi.
Ti piace la carne in gelatina? Allora cerca di ricordare cosa ti diceva tua nonna: comprati un bel tocco di carne e, comprensiva del suo grasso e ossa, mettila in pentola insieme a tutti gli "odori" che vuoi ed abbondantissima acqua, lasciala sobbollire per almeno 3 ore. Poi falla freddare, passa il tutto nel colabrodo, metti il brodo al frigo. Poi metti la carne in un piatto, dopo averla mondata da grasso e ossa, condiscila come ti pare e servila così. Dopo 3 ore togli il brodo dal frigo, il grasso ora è facile toglierlo, il resto è diventato gelatina che metterai sopra la carne anch'essa fredda e tagliata a tranci. Et voilà la carne in gelatina fatta in casa!
Cioè: ma ti rendi contoooo?? Un vegano ti sta insegnando a fare la carne in gelatina fatta in casaaaaaa!!! Eeeeeeh??? Io (vegano) ci tengo a te (carnivoro) ed alla tua salute! E a costo di evitare che compri porcate al supermercato ti sto insegnando a fare la carne in gelatina fatta in casaaaa!!!
Ovvio che, da bravo vegano salutista ti avverto, la carne in gelatina è buona, ma come tutta la carne non è l'ideale per la salute ed ha effetti collaterali, colesterolo, eccesso di proteine, acidificazione
dell'organismo... e se te lo dico io ci puoi credere!
Se invece vorrai, almeno per una volta (solo una!) mangiare vegano, organizza una cena con soli cibi vegani, 70% crudi e 30% cotti, le ricette ne trovi a centinaia sul web. A fine cena ti sentirai sazio, ma fresco e pimpante come una rosa, e dopo massimo 1 ora, 1 ora e mezzo avrai già digerito, assumendo tutti i nutrienti che ha bisogno il tuo organismo, invece mangiando carne in scatola avrai assunto solo robaccia buona solo a dar problemi al tuo organismo e dopo alcune ore ancora non l'avrai digerita e avrai ancora fame!

Meditate gente, meditate Wink

Disclaimer: questo articolo descrive e commenta due prodotti di carne solo a titolo di esempio e non intende screditare né questi né altri dello stesso genere (mi frega assai) ma rappresenta solo una semplice opinione (se ancora esiste tale libertà) dell'autore del blog riguardo gli articoli detti e questo genere di prodotti, l'alimentazione e la salute, importantissima per chiunque.

Copyright 2017 Claudio Palma - tutti i diritti riservati

https://www.storiepoesie.it/inchieste/carne-in-scatola-neanche-al-mio-cane/1056

...sto caricando i commenti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Dati obbligatori: (*)

◆ Ultimi posts

◆ Argomenti

◆ Tag

◆ Posts più visti

◆ Su Facebook

StoriePoesie.it su Facebook

◆ Statistiche

Visite per questa pagina: 318
Totale visitatori: 470115
Visitatori ora: 1
di cui connessi: 0