Ti amerò per sempre (2a parte)

Claudio Palma - 09/11/2018 11:20 - Storie
Ti amerò per sempre (2a parte)Ti amerò per sempre è un mini-romanzo originale, nel senso che l'ho scritto io. Questa è la seconda parte. E' suddiviso in 6 parti o capitoli. Ovviamente ogni riferimento a persone esistenti o fatti realmente accaduti è puramente casuale. Si dice così, no?


----------
Indice
- prima parte
- seconda parte
- terza parte
----------

2a parte

Era buio in quella stazione, Carlo aveva bevuto troppo quella sera, quella maledetta sera aveva dato retta ai suoi amici, si era lasciato coinvolgere e...
O forse colpa della sua donna che l'aveva tradito con un suo amico e lui l'aveva lasciata.
E lui non voleva starci. Ed era andato in giro per la città senza una mèta, col cuore a pezzi.
La stazione era buia li alla fermata del bus. E accadde tutto in un attimo. Nell'ombra una figura di donna attendeva l'autobus che ancora non arrivava, era girata di spalle, e lui aveva bevuto, non sapeva quello che faceva, quella sconosciuta e la sua donna che l'aveva tradito in quell'istante gli sembrò una sola persona, in quell'istante Carlo con la testa non c'era proprio. In giro non c'era un'anima viva, solo in lontananza una coppietta che si baciava.
Carlo era brillo e vedeva doppio, colse di sorpresa la donna girata di spalle con una mano le tappò la bocca e con l'altra iniziò a toccarla ed a baciarla sul collo e la donna non riusciva a gridare e mugolava terrorizzata, alzò la mano sinistra agitandola come per chiedere aiuto, sotto la luce del lampione lui notò un riflesso, era un anello al pollice della mano sinistra, un anello sormontato da una specie di coccinella forse d'oro, e per un'attimo Carlo rimase a guardare quel riflesso.
La donna colse l'attimo di disattenzione dell'uomo, si divincolò dalla sua presa e fuggì senza gridare perché forse non riusciva a farlo, ma fuggì. Carlo si riebbe e iniziò a prendere coscienza di quello che stava per fare.
Fuggì anche lui.
L'autobus arrivò, Carlo lo prese al volo e tornò a casa, cercando di dimenticare quella brutta storia e quella donna, il cui volto non era riuscito poi neanche a vedere, forse meglio così.
...
Carlo si sveglia all'improvviso, era un sogno anche se basato sulla realtà, volta di scatto il viso verso il comodino come per scacciare via quei ricordi. E' nel suo letto, fuori nel cortile è tutto silenzio.
Era da tempo che non pensava più a quella brutta storia, sperava che fosse riuscito a dimenticarla ed ora gli era ritornata di nuovo in mente, forse la colpa è di questa strana notte, già... strana notte... forse... mah... meglio dormirci sù.
Carlo si rivolta sul letto e piano prende sonno, domani sarà il suo primo giorno nel nuovo ufficio con nuovi colleghi, Carlo non ha nessuna voglia di continuare il vecchio lavoro, quindi meglio così, fare qualcosa di nuovo gli servirà per cercare di dimenticare.

fine della seconda parte
terza parte fra qualche giorno

© Copyright 2018 Claudio Palma - tutti i diritti riservati
Claudio Palma - 09/11/2018 11:20 - notte, stazione, donna, romanzo, silenzio

https://www.storiepoesie.it/storie/ti-amero-per-sempre-2a-parte/1083

...sto caricando i commenti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Dati obbligatori: (*)

◆ Ultimi posts

◆ Argomenti

◆ Tag

acqua alcol amare amica amici amicizia amico amore amore cieco amore universale anima bacio bimbi buon natale cane chitarra cielo come suonare coscienza cuore dal vero denaro dimensioni Dio disegno dolce dolore donna donne ego egoismo emarginazione emozioni errore facebook falsità farmaci fb felicità frutta fumo illusione internet iphone legno luce luce madre malattia mamma mano mare matita meditazione Mobbing morire morte musica nascere natale notte occhi odio passione pazzo poesia primavera realtà ricordi salute sdoppiamento astrale sempre sesso socializzare sogni sogno soldi sole solitudine stazione telefonino uno veganismo vegano vegetali vegetariano verdure versi vita

◆ Posts più visti

◆ Su Facebook

StoriePoesie.it su Facebook

◆ Statistiche

Visite per questa pagina: 22
Totale visitatori: 530837
Visitatori ora: 3
di cui connessi: 0

Mappa del sito

Le foto e le parole di Claudio Rodolfo Palma